Scavi alla Villa Romana – Vacone

13913561_661274800691160_8481979848408737763_o

Gli scavi della villa romana di Vacone si inseriscono nell’ambito dell’Upper Sabina Project. Tale progetto internazionale, tenuto in collaborazione tra le università di Rutgers e di Edimburgo ed attivo dal 2012, si pone come obiettivo lo studio di un insieme di ville romane della Sabina Tiberina Superiore, al fine di comprendere eventuali caratteristiche regionali nelle modalità abitative del periodo compreso tra III a.C. e III d.C..Lo scavo della villa di Vacone, che restò in vita tra la seconda metà del II a.C. e il III d.C., costituisce attualmente la parte più consistente del suddetto progetto.I lavori hanno permesso di mettere in luce parte dei due principali settori della villa: una zona residenziale con stanze riccamente decorate ed una produttiva con evidenze relative alla produzione di olio e vino.Le stanze del settore residenziale (delimitato sui lati da criptoportici) sono caratterizzate da oltre 20 diverse tipologie di mosaico, molti dei quali policromi; affreschi e stucchi.L’area produttiva presenta, invece, presse multiple per la produzione dell’olio e successive testimonianze per la produzione di vino.Quest’anno ulteriori ambienti sono stati portati in luce, afferenti sia alla zona residenziale che a quella produttiva; la scoperta di una base di colonna ha attestato la presenza di un peristilio nell’area centrale della villa; grandi quantità di frammenti relativi alle decorazioni di pareti e soffitti sono state portate alla luce.A lavoro sul campo si affiancano le analisi di laboratorio: le analisi archeobotaniche dei campioni di terreno provenienti dalla villa hanno rivelato il consumo di pesche, more, capesante, ostriche e murici; sono stati inoltre riconosciuti resti di olive, noccioli di olive, di uva e di cereali.Al fine di presentare al meglio queste evidenze, si sta procedendo alla creazione di un modello 3D del sito ed una riproduzione digitale dei mosaici, che presenteremo più esaustivamente al pubblico il prossimo 11 agosto a Vacone.

Seguiteci sui nostri social
https://www.facebook.com/prolocodivacone?ref=hl
http://www.prolocodivacone.it/

riprese video a cura della ” Web Tv Studios

Grafica e Foto a cura di Rosario Pagano

 

Vacone Sotto le Stelle

10 agosto

Suoni e Sapori sotto le stelle – Vacone 10 Agosto

A Vacone, la notte di San Lorenzo si colora dei suoni e dei sapori tipici della tradizione sabina.

Quattro piazze del borgo medievale diventeranno altrettanti ristoranti all’aperto per gustare prelibate ricette allietate dalle melodie di canti popolari

con i gruppi musicali DUO MIX  e  la Banda Bertollo e la cantante Fingerz

 

banda Bertollo Live

https://www.facebook.com/prolocodivacone?ref=hl

http://www.prolocodivacone.it

fingerz

con il planetario Digitale di Alessandro Granati
https://www.facebook.com/prolocodivacone?ref=hl
http://www.prolocodivacone.it/

planetario webtvstudios

riprese video di ©Web Tv Studios

PAGINA UFFICIALE ©WEB TV STUDIOS

https://www.facebook.com/webtvstudios?ref=hl

Home

©ROSARIO PAGANO PHOTO

https://www.facebook.com/rosariopaganophoto http://www.rosariopaganophotography.it/

Luciano Lembo 12 Agosto

lembo prolocodivacone.jpg

LEMBO LUCIANO VENERDI 12 AGOSTO ALLE ORE 20.30 A VACONE – RIETI

Nel corso della Manifestazione sarete allietati Dallo Showman “Luciano Lembo”
con Il Complesso musicale dei Fantastici del trio “Daje gas”
informazioni http://www.prolocodivacone.it
con le riprese di video della webtvstudios
http://www.webtvstudios.it

SERVIZIO FOTOGRAFICO E GRAFICA A cura di
© ROSARIO PAGANO
http://www.rosariopaganophotography.it

GIORNATA DEL LEGIONARIO A VACONE

proloco di vacone legionario

La manifestazione, avrà luogo, nel bosco sacro alla dea Vacuna a iniziare dalle ore 12,00, con la partecipazione di rievocatori che vi faranno rivivere momenti storici con giochi gladiatori e legionari in addestramento, fino al tramonto.
Venite! Sarete coinvolti in un salto nel passato

Maggiori informazioni http://www.prolocodivacone.it/ https://www.facebook.com/prolocodivacone/?fref=ts

Festa della Repubblica 2 Giugno

ROMA – Per la prima volta nella storia della Repubblica, alla cerimonia del Due Giugno dei Fori Imperiali sfilerà anche l’ ‘esercito’ dei sindaci. Hanno aderito all’invito della ministra della Difesa, Roberta Pinotti, in quattrocento. Ma perchè è passato così tanto tempo prima che alla Festa della Republicapartecipassero anche i primi cittadini?

festa della repubblica osario pagano photo

( Photo ©Rosario Pagano ) 

La pattuglia dei sindaci. La ‘pattuglia’ di 400 sindaci, guidati dal presidente del consiglio nazionale Anci e sindaco di Catania Enzo Bianco, sfilerà in rappresentanza ideale degli 8mila amministratori delle Città metropolitane, dei Comuni piccoli e grandi di ogni parte d’Italia. anche con il nostro sindaco Roberto Renzi del Comune di Vacone.

In questo senso – fa sapere l’Anci – la Festa della Repubblica del 2016 è una novità assoluta, che segue la ormai tradizionale presenza dei corpi di polizia municipale accanto alle divise delle forze armate, delle forze dell’ordine, della protezione civile, del volontariato.

http://www.prolocodivacone.it/

Vacone 8° Motoraduno Squinquernato

evento12giugno

L’Associazione MOTOCICLISTI SQUINQUERNATI ha organizzato per domenica 12 giugno 2016 il proprio “8° Motoraduno Squinquernato”.

Ritrovo dalle ore 08.00 in via G. De Vito a Poggio Mirteto (RI) per iscrizione, ritiro gadget e colazione;

Ore 10.15 partenza corteo, sosta a Montenero Sabino per visita al Castello Orsini con aperitivo;

Ore 13.30 pranzo presso Il Pago di Vacone(RI)  http://www.prolocodivacone.it/ 

Giro fra le curve della Sabina.

Il ricavato sarà devoluto in beneficenza.

Valentino il segreto del santo innamorato

11096473_1629937340559784_9164250747381724115_o

Perché un misterioso vescovo del terzo secolo è diventato il protettore degli innamorati di tutto il mondo? In “Valentino – il segreto del santo innamorato” di Arnaldo Casali il giovane William Shakespeare ci conduce sulle tracce di uno dei Santi più celebri della storia, patrono di Terni e protettore degli innamorati. Nel tempo confuso dei mutamenti che metteranno definitivamente in crisi l’Impero romano, un giovane venuto da Interamna sfida la famiglia, la società, il potere con una scelta rivoluzionaria. Una biografia tenuta nascosta per secoli, e poi dimenticata, viene ritrovata casualmente da un giornalista in una biblioteca. La vera storia di san Valentino torna così alla luce, insieme a un segreto senza tempo, consegnandoci un eroe moderno e coraggioso, consacrato a un amore che dalla carne, dalla sensualità, si eleva a sentimento universale. Pubblicato dalla ternana Dalia Edizioni, il romanzo mescola e attraversa generi diversi che spaziano dal thriller al romantico, dall’avventura alla spiritualità, dal romanzo storico alla politica. Nell’estate del 2014 il libro è stato presentato a Vacone, luogo che ha ispirato parte della trama. Nell’invenzione letteraria, infatti Valentino è originario della Sabina (sua madre Giulia appartiene alla famiglia Cotta, di cui tutt’ora di conserva la villa a Cottanello) e parte del romanzo è ambientato al tempio della dea Vacuna (oggi la chiesa di San Giovanni), al Pago e nelle campagne vaconesi. La stessa festa romana della Sacra Vacuna – che si svolge tutti gli anni alla fine del mese di giugno – ha ispirato suggestioni, volti e ambienti del libro, che tornano in questa presentazione molto speciale, arricchita dai costumi e dalle scenografie della festa e che vede la partecipazione di due vaconesi che hanno ispirato altrettanti personaggi del romanzo: Giampaolo Pinna, divenuto nel libro Paolo Aurelio Cotta, duoviro di Interamna e zio di Valentino, e Ilaria Minicucci trasfigurata nel romanzo nel personaggio della vestale Laria Sabina, amica di infanzia e musa ispiratrice del protagonista.

riprese video a cura  della Web Tv Studios

 

Benvenuti nel Blog

Prolocodivacone hd

Ci troviamo nella Sabina dei castelli pittoreschi e dei boschi sacri; la Sabina dei dirupi scoscesi e delle coste montane pienamente boscate, dove la natura si manifesta nelle forme più variegate, da quelle più aggressive e sconvolgenti a quelle più dolci e riposanti.
Le ville costruite di recente indicano l’interesse del turista per quest’area che sembra idealmente connettersi con il mondo romano dell’età imperiale, quando la classe senatoriale romana trovava in Sabina la “terra promessa” e vi edificava, come si rileva dai resti archeologici, le dimore adibite, nella pars urbana, a residenza signorile e, nella pars fructuaria, ad approvvigionamenti con appendice abitativa.
Il paesaggio costellato dalle alture dei Colli e dei Monti Sabini, dalle pendici rigogliose di un verde intensissimo in Primavera e in Estate e dai colori caldi e bruciati nell’Autunno e nell’Inverno, spesso ravvivate dal segno della presenza umana, fanno di questo luogo la meta ideale per riposare il corpo e lo spirito dal frastuono e dai ritmi frenetici della metropoli.
Il clima della zona è temperato, caratterizzato da una piacevole ventilazione nelle zone di maggiore altitudine; raramente, durante l’inverno, si verificano nevicate, grazie alla protezione dei Monti Sabini a NE, mentre la piovosità moderata nei periodi invernali ed autunnali rende fertile la terra.
L’agricoltura, malgrado le profonde trasformazioni sociali degli ultimi anni, rimane attività di notevole importanza insieme alla zootecnia ed allo sfuttamento delle aree boschive e del sottobosco, con produzioni di funghi, castagne e la presenza di bestiame allo stato brado. www.prolocodivacone.it

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Segui assieme ad altri 3.863 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: