Prolocodi Vacone in Sabina

terrazza-della-sabina-_n

Ci troviamo nella Sabina dei castelli pittoreschi e dei boschi sacri; la Sabina dei dirupi scoscesi e delle coste montane pienamente boscate, dove la natura si manifesta nelle forme più variegate, da quelle più aggressive e sconvolgenti a quelle più dolci e riposanti.
Le ville costruite di recente indicano l’interesse del turista per quest’area che sembra idealmente connettersi con il mondo romano dell’età imperiale, quando la classe senatoriale romana trovava in Sabina la “terra promessa” e vi edificava, come si rileva dai resti archeologici, le dimore adibite, nella pars urbana, a residenza signorile e, nella pars fructuaria, ad approvvigionamenti con appendice abitativa.

http://www.prolocodivacone.it

► Facebook : https://www.facebook.com/prolocodivacone
► Instagram: https://www.instagram.com/prolocodivacone
► Twitter: https://twitter.com/prolocodivacone
► Sito: http://www.prolocodivacone.it

Questo video è protetto da copyright ©webtvstudios

Tutti i diritti sono riservati. il video non deve essere utilizzato in nessun caso senza autorizzazione scritta dell’autore.per info e materiale video e fotografico webtvstudios@gmail.com

L’obiettivo della ” WEB TV STUDIOS ” è di essere visibili e crescere insieme dando l’opportunita di essere in rete in tutti gli eventi della capitale e nella regione Lazio

Vi aspettiamo sulla pagina Facebook!

► Facebook : https://www.facebook.com/webtvstudios
► Instagram: https://www.instagram.com/webtvstudios
► Twitter: https://twitter.com/webtvstudios
► Sito:http://www.webtvstudios.it

✉ ➲ webtvstudios@gmail.com

✧ Condividete e commentate! A presto i prossimi video!

Festa d’Autunno a Vacone

festa-dautunno-vacone-rieti
Vacone in Sabina, la Festa d’Autunno Domenica 30 Ottobre dalle ore 12.00 al tramonto l’ultima domenica del mese, con la Festa d’Autunno. Ancora una volta sarà lo scenario del Pago, l’antico Pagus romano della cittadina in provincia di Rieti, ad ospitare l’evento.
La manifestazione da anni è entrata a far parte del calendario di eventi del Comune di Vacone che si erge su una collina a 517 metri sul livello del mare, circondato da uliveti e macchia mediterranea, affacciata sulla Valle del Tevere.
La Festa d’Autunno rappresenta il momento ideale per riscoprire gli antichi sapori della cucina del territorio della Sabina, i visitatori potranno infatti gustare le delizie di stagione come polenta, salsicce, castagne e vino novello.
Seguiteci sui nostri social #prolocodivacone
http://www.prolocodivacone.it

CON LE RIPRESE VIDEO WEBTVSTUDIOS

con la partecipazione esclusiva di Simone Fanelli
http://www.webtvstudios.it

Suoni e Sapori Vacone sotto le Stelle

notte-di-san-lorenzovacone
Stiamo a Vacone in provincia di Rieti, a 80 km da Roma, nella notte di San Lorenzo del 10 Agosto di ogni anno, si colora dei suoni e dei sapori tipici della Tradizione Sabina. Quattro piazze del Borgo Medievale diventeranno altrettanti Restaurants All’aperto per gustare prelibate ricette allietate Dalle melodie di canti popolari.
Per informazioni: http://www.prolocodivacone.it

Ci troviamo nella Sabina dei castelli pittoreschi e dei boschi sacri; la Sabina dei dirupi scoscesi e delle coste montane pienamente boscate, dove la natura si manifesta nelle forme più variegate, da quelle più aggressive e sconvolgenti a quelle più dolci e riposanti.
Le ville costruite di recente indicano l’interesse del turista per quest’area che sembra idealmente connettersi con il mondo romano dell’età imperiale, quando la classe senatoriale romana trovava in Sabina la “terra promessa” e vi edificava, come si rileva dai resti archeologici, le dimore adibite, nella pars urbana, a residenza signorile e, nella pars fructuaria, ad approvvigionamenti con appendice abitativa.

COMUNE DI VACONE

http://www.prolocodivacone.it

CON LA PARTECIPAZIONE PER LE INTERVISTE
INTERVISTE : SIMONE FANELLI

Questo video è protetto da copyright ©webtvstudios

Showman “Luciano Lembo

vacone-lembo-luciano

Lembo Luciano & Gianluca Giulianelli

lembo-luciano-vacone
LEMBO LUCIANO 12 AGOSTO A VACONE – RIETI

Nel corso della manifestazione sarete allietati dallo Showman “Luciano Lembo”
con il complesso musicale dei fantastici del trio “Daje gas”
info http://www.prolocodivacone.it
con le riprese video della webtvstudios
http://www.webtvstudios.it

CONTATTACI E SARAI SUBITO ONLINE …

Questo video è protetto da copyright ©webtvstudios

IL MISTERO DELLA VILLA DI ORAZIO

il-mistero-della-villa-di-orazio
L’imperatore Augusto ripagò il servizio del poeta Quinto Orazio Flacco con un fondo agricolo ed una villa in Sabina. La reale ubicazione di tale sito, al contrario di quanto creduto da molti, rimane ancora oggi tutta da verificare. All’alba del rinascimento, con la riscoperta dei classici latini, si tese a localizzare la villa sabina di Orazio nei pressi del borgo fortificato di Vacone (Rieti), a sinistra del torrente Imelle. Durante il 1600 si andava delineando la candidatura di alcuni siti tra i quali Vacone e la polemica rovente infuriava tra coloro che ambivano ad aggiudicarsi il merito della scoperta. Certo è che la controversia rimase tale sino all’ottocento, quando il Guattani aprì la sua celebre opera Monumenti Sabini proprio con la risoluzione del più importante enigma archeologico della Sabina. Per far ciò egli, affossò l’ipotesi vaconese asserendo che i resti ivi ritrovati non erano riconducibili ad una villa. Lo stratagemma che adottò era quello di vedere in quelle spoglie ciò che rimaneva del tempio della Dea Vacuna; ne sconsigliava comunque la visita, sia per l’estrema rozzezza delle rovine, sia perché esse erano nido sicuro di serpenti velenosi che avrebbero reso pericolose ulteriori indagini. Negli anni ottanta del 900, alcuni lavori di consolidamento statico delle strutture archeologiche vaconesi portarono alla luce un torchio oleario d’epoca romana collegato ad un fondo agricolo. Altro aspetto interessante era quello della scoperta di una lussuosa parte abitativa adiacente: non si trattava quindi di un tempio ma di una villa.
Oggi, grazie alle annuali campagne di scavo archeologico condotte da importanti università americane, sono emerse affascinanti novità. In questo viaggio visiteremo il sito archeologico e le emergenze adiacenti ad esso, in un itinerario coinvolgente che ci farà rivivere il mistero della villa di Orazio.

Commento Dott. Giovanni di Claudio

CONTATTACI E SARAI SUBITO ONLINE …

Questo video è protetto da copyright ©webtvstudios

Tutti i diritti sono riservati. il video non deve essere utilizzato in nessun caso senza autorizzazione scritta dell’autore.per info e materiale video e fotografico

Home

Vacone In Sabina – valle dell’Aia

vacone fontana.jpg
Ci troviamo nella Sabina dei castelli pittoreschi e dei boschi sacri; la Sabina dei dirupi scoscesi e delle coste montane pienamente boscate, dove la natura si manifesta nelle forme più variegate, da quelle più aggressive e sconvolgenti a quelle più dolci e riposanti.
Le ville costruite di recente indicano l’interesse del turista per quest’area che sembra idealmente connettersi con il mondo romano dell’età imperiale, quando la classe senatoriale romana trovava in Sabina la “terra promessa” e vi edificava, come si rileva dai resti archeologici, le dimore adibite, nella pars urbana, a residenza signorile e, nella pars fructuaria, ad approvvigionamenti con appendice abitativa.

http://www.prolocodivacone.it

RIPRESE VIDEO A CURA DELLA WEBTVSTUDIOS

Home

https://www.facebook.com/webtvstudios

Vacone – Monte Cosce

monte cosce
Stiamo a Vacone in Provincia di Rieti
A ovest della catena dei Sabini, il Monte Cosce è un ottimo belvedere sulla valle del Tevere, i Monti Cimini e il Soratte. Oltre al panorama dalla cima (sulla quale sorge un impianto militare), meritano attenzione la lecceta, che si attraversa nella salita e l’Eremo di sant’Orsola che ha preso il posto di un antico santuario. Il centro medievale di Vacone è molto suggestivo. L’itinerario di ritorno, passando per Monte Testone e seguendo parzialmente la segnaletica blu, pur con qualche difficoltà, ha permesso di attraversare la bella lecceta sopra Vacone, per poi ricongiungersi con l’itinerario di salita.
http://www.prolocodivacone.it

Questo video è protetto da copyright ©webtvstudios

PAGINA UFFICIALE ©WEB TV STUDIOS

https://www.facebook.com/webtvstudios

Home

Vacone in sabina

vacone2
Ci troviamo nella Sabina dei castelli pittoreschi e dei boschi sacri; la Sabina dei dirupi scoscesi e delle coste montane pienamente boscate, dove la natura si manifesta nelle forme più variegate, da quelle più aggressive e sconvolgenti a quelle più dolci e riposanti.
Le ville costruite di recente indicano l’interesse del turista per quest’area che sembra idealmente connettersi con il mondo romano dell’età imperiale, quando la classe senatoriale romana trovava in Sabina la “terra promessa” e vi edificava, come si rileva dai resti archeologici, le dimore adibite, nella pars urbana, a residenza signorile e, nella pars fructuaria, ad approvvigionamenti con appendice abitativa.

http://www.prolocodivacone.it

Questo video è protetto da copyright ©webtvstudios

PAGINA UFFICIALE ©WEB TV STUDIOS
https://www.facebook.com/webtvstudios

Home

Scavi alla Villa Romana – Vacone

13913561_661274800691160_8481979848408737763_o

Gli scavi della villa romana di Vacone si inseriscono nell’ambito dell’Upper Sabina Project. Tale progetto internazionale, tenuto in collaborazione tra le università di Rutgers e di Edimburgo ed attivo dal 2012, si pone come obiettivo lo studio di un insieme di ville romane della Sabina Tiberina Superiore, al fine di comprendere eventuali caratteristiche regionali nelle modalità abitative del periodo compreso tra III a.C. e III d.C..Lo scavo della villa di Vacone, che restò in vita tra la seconda metà del II a.C. e il III d.C., costituisce attualmente la parte più consistente del suddetto progetto.I lavori hanno permesso di mettere in luce parte dei due principali settori della villa: una zona residenziale con stanze riccamente decorate ed una produttiva con evidenze relative alla produzione di olio e vino.Le stanze del settore residenziale (delimitato sui lati da criptoportici) sono caratterizzate da oltre 20 diverse tipologie di mosaico, molti dei quali policromi; affreschi e stucchi.L’area produttiva presenta, invece, presse multiple per la produzione dell’olio e successive testimonianze per la produzione di vino.Quest’anno ulteriori ambienti sono stati portati in luce, afferenti sia alla zona residenziale che a quella produttiva; la scoperta di una base di colonna ha attestato la presenza di un peristilio nell’area centrale della villa; grandi quantità di frammenti relativi alle decorazioni di pareti e soffitti sono state portate alla luce.A lavoro sul campo si affiancano le analisi di laboratorio: le analisi archeobotaniche dei campioni di terreno provenienti dalla villa hanno rivelato il consumo di pesche, more, capesante, ostriche e murici; sono stati inoltre riconosciuti resti di olive, noccioli di olive, di uva e di cereali.Al fine di presentare al meglio queste evidenze, si sta procedendo alla creazione di un modello 3D del sito ed una riproduzione digitale dei mosaici, che presenteremo più esaustivamente al pubblico il prossimo 11 agosto a Vacone.

Seguiteci sui nostri social
https://www.facebook.com/prolocodivacone?ref=hl
http://www.prolocodivacone.it/

riprese video a cura della ” Web Tv Studios

Grafica e Foto a cura di Rosario Pagano

 

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: